Via della Spiga 20, 20121 Milano | info@clotildeaustoni.com |

Faccette in ceramica

Di che cosa si tratta

Colore, forma, armonia, allineamento: sono tanti gli elementi che possono non piacere in un sorriso.

L’applicazione di faccette dentali consente attraverso un intervento estetico mirato, di migliorare il sorriso mantenendone la sua unicità e naturalezza.

Le faccette non sono altro che sono sottili gusci in ceramica che vengono cementati sulla superficie esterna del dente naturale e consentono di rendere armonico il sorriso. 

Quando?

Rappresentano una trattamento efficace in caso di:

  • denti scuri ( qualora lo sbiancamento non sia sufficiente per ottenere il risultato desiderato);

  • forma dei denti insoddisfacente;

  • denti piccoli e corti;

  • denti sottili, con margini irregolari e di colore giallognolo a causa ad esempio del bruxismo o di erosione chimica (bulimia, bevande gassate,etc)​;

  • denti disallineati (qualora il paziente non voglia allinearli mediante mascherine trasparenti);

  • diastemi, ovvero spazi tra i denti;

Come funziona

In alcuni casi può essere utile un MOCK UP, ovvero una simulazione in bocca che vi consente di previsualizzare quello che potremmo ottenere con le faccette.

Primo appuntamento:

Vengono rilevate le impronte di precisione previa riduzione minima della superficie esterna del dente (quella che guarda le labbra)

Secondo appuntamento:

A distanza di  7 giorni, se non sono necessarie modifiche, si procede già con la cementazione delle faccette.

Il trattamento è sempre eseguito in anestesia locale, pertanto non è doloroso e dopo la cementazione è già possibile masticare senza problemi.

Manutenzione

Non hanno bisogno di particolari accortezze, è sufficiente trattarle come i denti naturali: lavarli almeno 2 volte al giorno, utilizzare il filo interdentale e  sottoporsi alla pulizia dei denti in associazione a una visita di controllo ogni 6 mesi.

Caso clinico 1

Situazione iniziale: usura dentale per bruxismo

Riabilitazione mediante faccette in ceramica previo rialzo di masticazione

Caso clinico 2

Situazione iniziale: discromia dell’incisivo centrale destro dovuta alla necrosi pulsare (il dente è morto)

Riabilitazione mediante faccetta in ceramica

Caso clinico 3

Situazione iniziale: il sorriso è disarmonico, gli elementi dentali sono consumati, presentano forma, colore, posizione insoddisfacente.

Situazione finale: una riabilitazione mediante faccette in ceramica ha consentito di modificare forma, posizione e colore dei denti, rendendo il sorriso più splendente e armonico.

Caso clinico 4

Situazione iniziale: erosione dentale, denti disallineati, forma e colore non soddisfacenti

Faccette in ceramica dal secondo premolare destro al secondo premolare sinistro:
i denti risultano allineati, con una forma e colore che rendono il sorriso più armonico

Caso clinico 5

Faccette in paziente bruxista: prima è stato eseguito un rialzo di masticazione

Caso clinico 6

Usura dentale: ripristino estetico-funzionale mediante faccette in disilicato di litio
da canino a canino

Dettaglio: faccette cementate

Caso clinico 7

Situazione iniziale:
diastemi (spazi tra i denti)

Situazione iniziale:
dettaglio

Faccette in disilicato di litio:
visione frontale su modello

Faccette in disilicato di litio:
visione linguale su modello

Faccetta singola

Faccette da 42 a 32 (incisivo laterale a incisivo laterale)

Cementazione

Faccette cementate: visione frontale

Faccette cementate: visione occlusale

Situazione finale: sorriso