Via della Spiga 20, 20121 Milano | info@clotildeaustoni.com |

Bruxismo

Di che cosa si tratta

Il bruxismo è quel fenomeno meglio conosciuto come “digrignare e/o stringere i denti”, dovuto alla contrazione della muscolatura masticatoria.

Si verifica soprattutto di notte, ma a volte anche durante il giorno.

Cause

Il bruxismo è determinato da cause FISIOPATOLOGICHE legate ai neurotrasmettitori cerebrali. Questo fenomeno è assolutamente INVOLONTARIO e purtroppo NON SI PUO’ EVITARE.

Spesso i pazienti riferiscono di aver “smesso di digrignare o serrare i denti”, ma chi soffre di bruxismo “non guarisce”. Esistono senza dubbio periodi, influenzati da fattori come STRESS e ANSIA, in cui il fenomeno è più o meno frequente ed intenso, ma mai assente.

Danni

Se non intercettato può creare danni estetici e funzionali:

  • Usura dentale: nel tempo i denti appaiono sottili, gialli e di forma irregolare

  • Dolori cervico-facciali e tensione muscolare

  • Trauma cronico dell’articolazione temporomandibolare

  • Click articolare

  • Peggioramento dei disturbi temporo-mandibolari

Usura dentale

Sensibilità

Cefalea

Trattamento

Il bruxismo “non si può curare” ma è fondamentale PREVENIRNE gli EFFETTI DANNOSI.

COME?

Il dentista provvederà al confezionamento di un BITE custum-made, ovvero una placca in RESINA ACRILICA DURA.

I bite morbidi o semi-rigidi che si trovano in farmacia NON hanno la medesima indicazione e funzione, tendono anzi a fare stringere i denti ancora di più (come una pallina anti-stress).

Il bite può essere superiore o inferiore: io di norma prediligo quello inferiore perché è meno ingombrante ed è meglio tollerato anche da chi soffre di riflesso dell’emesi.

Il bite deve essere indossato obbligatoriamente LA NOTTE, tuttavia se il paziente ne ha modo e trova beneficio, può essere indossato anche durante il giorno.

Come funziona?

  • Al primo appuntamento il dentista rileva le impronte delle arcate dentarie sulla base delle quali viene realizzato il bite.

  • Durante il secondo appuntamento il BITE viene “regolato” in bocca, si tratta infatti di una placca di svincolo più o meno piatta che viene ritoccata in modo da avere dei contatti occlusali ben precisi. 

  • Successivamente si eseguono visite di controllo a distanza di circa 2/3 settimane fino a che i contatti occlusali definiti risultano stabili.

Effetti del BITE

  1. PROTEGGE i denti naturali e i restauri evitandone l’usura

  2. RILASSA i MUSCOLI della masticazione

Di norma quando i nostri denti sono a contatto e tentiamo di digrignare incontriamo l’ostacolo dato dalla nostra dentatura, di conseguenza i muscoli della masticazione si contraggono e le cuspidi (punte) dei nostri denti si usurano progressivamente.

Indossando il bite invece, siamo liberi di effettuare tutti i movimenti e scivolare senza incontrare l’ostacolo dato dalla nostra occlusione, in questo modo i muscoli masticatori si rilassano e riduciamo/eliminiamo le tensioni muscolari, le cefalee e i dolori cervico-facciali associate e i traumi all’articolazione temporo-mandibolare.

Bite inferiore

Bite inferiore

Bite inferiore indossato

Bite inferiore indossato